Nota bene: il presente testo è redatto per la clientela di PaciniFlavio.Com ed è da intendersi come punto di partenza per la realizzazione di uno shop online adatto a soddisfare le esigenze delle piccole e medie imprese. Una proposta economica può essere presentata al cliente soltanto dopo un colloquio che miri a comprenderne le reali necessità e le esigenze di breve e medio termine.

PaciniFlavio.Com: web e web marketing per le aziende dal 2003

Da oltre 15 anni assisto le aziende nella loro attività online, con lo scopo di promuovere la loro immagine e i loro prodotti, aprire nuovi canali di mercato e trovare nuova clientela.

Il mio lavoro consiste in una serie attività di web e web marketing rigorosamente su misura di ogni cliente, mirate efficacemente sul territorio locale, nazionale, europeo o mondiale, in modo tale da far coincidere l’attività virtuale col mondo reale in cui l’azienda opera.

I miei servizi sono in grado di affrontare le esigenze della maggior parte delle Piccole e Medie Imprese italiane, sia nel campo B2B che B2C, tranne quelle che operano nei settori che io non tratto. Vai alla pagina >

I servizi di PaciniFlavio.com

Oltre alla realizzazione di siti e-commerce, posso assistere la tua azienda nelle seguenti attività promozionali nel web:

Search Engine Marketing – Una serie di attività volte alla promozione del sito sui motori di ricerca: SEO, campagne Pay Per Click, lead generation e link building.

Search Engine Advertising – Promozione del sito attraverso il programma di Pay Per Click Google AdWords, per arrivare subito all’attenzione dei tuoi potenziali clienti.

e-mail Marketing – Valorizzazione della tua clientela attraverso un’azione mirata di mailing per un’efficace diffusione di notizie, proposte commerciali e promozione d’immagine.

Facebook Marketing – Apri e gestisci il tuo canale social più efficace per raggiungere i tuoi potenziali clienti in un contesto diverso, con un messaggio diverso.

Nota bene: il sito e-commerce, una volta realizzato, non genererà automaticamente visite e di conseguenza vendite per il semplice fatto di “esistere”, a meno che non vengano messe in campo una o più delle attività sopra indicate o verso di esso venga organizzata una campagna promozionale offline di qualsiasi tipo a cura del proprietario del sito.

Presentazione del Progetto shop

Il progetto prevede la realizzazione di una piattaforma software strutturata che permette la vendita online di prodotti e servizi, nonché la presentazione degli aspetti cardine dell’attività dell’azienda.

Il sito potrà essere realizzato nella sola lingua italiana o in un numero indefinito di lingue straniere.

Il sito dovrà essere hostato sul mio cloud server professionale, la cui dimensione dovrà essere valutata in base alla tipologia di progetto richiesto dal cliente.

Framework del sito e sua gestione e struttura

Il sito sarà realizzato attraverso uno dei CMS più diffusi a livello mondiale, utilizzati per la realizzazione di siti web dinamici adibiti al commercio elettronico: WordPress, Drupal o Prestashop. Quale CMS scegliere sarà deciso in accordo col cliente valutando diversi elementi: tipo di sito eventualmente già esistente, dimensioni dello shop, necessità di assolvere a particolari funzioni su misura e budget disponibile.

Il cliente avrà la possibilità di gestire il sito nei suoi aspetti più comuni in totale indipendenza. Potrà caricare articoli, modificarli e cancellarli, creare le varie categorie articoli che comporranno l’intero catalogo prodotti, gestirne i commenti e le recensioni, creare e modificare gallerie fotografiche, controllare e gestire gli ordini ricevuti.

I vs. articoli potranno essere organizzati in categorie e sottocategorie, nel modo che meglio potranno replicare il vs. catalogo o listino tradizionale. Ad essi verranno assegnati dei prezzi, che in un qualunque momento potrete modificare in totale autonomia, gestendo sconti e vendite promozionali. Tutto questo potrete farlo senza il mio intervento.

Nelle prime 4 settimane dalla pubblicazione sarò disponibile di persona (a seconda della posizione geografica), via telefono o attraverso videotutorial, per istruire il gestore del sito e i suoi collaboratori ad utilizzare al meglio la gestione dei prodotti e dei relativi ordini.

Navigazione da smartphone

Ormai i siti di moltissimi settori ricevono anche il 75% delle visite dai dispositivi mobili. Questi numeri ci impongono non tanto di realizzare quello che viene comunemente chiamato “sito per smartphone”, quanto di creare un’architettura orientata e ottimizzata per la navigazione dai devices mobili prima ancora che dai tradizionali computer da scrivania.

Per questo motivo è fondamentale il prossimo argomento: l’usabilità.

Usabilità

La necessità di far trovare subito all’utente quello che sta cercando e di metterlo in condizioni di acquistarlo con la massima facilità dovrà essere la priorità alla base della costruzione del sito.

La presentazione virtuale dei vs. prodotti  potrà essere il più simile possibile a quella della vs. attività nel mercato tradizionale. In questo modo, i clienti che già vi conoscono troveranno gli articoli organizzati nella maniera a loro più consona, e quelli che ancora non vi conoscono avranno la possibilità di scegliere gli articoli attraverso un sistema di presentazione prodotti organizzato nel modo più logico.

Per rendere il sito il più “usabile” possibile verrà data la massima importanza (anche a scapito di una grafica particolarmente “esaltante”) ai seguenti elementi:

Testata del sito: E’ la prima cosa che l’utente vede, e dovrà riportare – oltre al logo aziendale – i dati di contatto (telefono e mail), cliccando sui quali sarà possibile chiamare da smartphone o accedere direttamente alla pagina dei contatti.

Menù di navigazione – La navigazione attraverso le principali sezioni del sito si ottiene attraverso uno o più menù:

  • Menù principale orizzontale classico integrato nella testata
  • Menù dell’e-commerce (Carrello, Cassa, Registrazione, Log-in, Account)
  • Menù delle categorie prodotti, solitamente (anche se non sempre) posizionato nella colonna laterale destra o sinistra
  • Motore di ricerca interno al sito | Uno strumento importantissimo, che permette agli utenti di trovare quello che non sono stati in grado di trovare attraverso il menù di navigazione.

Scheda prodotto – La pagina in cui l’utente decide se acquistare o no. Permetterà una presentazione chiara e libera da ogni inutile orpello, per presentare l’articolo evidenziando i seguenti aspetti:

  • Nome o numero di articolo , per identificare univocamente ogni prodotto.
  • Prezzo (con relativa messa in evidenza dello sconto se applicato).
  • Gestione degli attributi (taglie, colori, pesi, formati ecc.).
  • Foto principale ed eventuale galleria fotografica. Anche se la foto principale da sola è sufficiente per creare una buona scheda prodotto, il sito prevede la possibilità di pubblicare in ogni scheda una piccola galleria fotografica, per mostrare al meglio il prodotto dalle varie angolazioni ed evidenziarne dettagli particolari che possono essere una forte motivazione all’acquisto.
  • Breve testo introduttivo nella parte alta della scheda, per presentare i dati salienti del prodotto, particolarmente utili per gli utenti nei primissimi secondi di visualizzazione.
  • Ulteriore testo descrittivo nella parte bassa della scheda, in cui si presentano  nel dettaglio tutte le caratteristiche e i possibili usi dell’articolo. Questo testo, oltre a completare le informazioni per l’utente, è particolarmente importante per i motori di ricerca, e soprattutto nei siti dove si trattano articoli comunemente venduti nel web, rappresenta l’elemento di differenza, che favorirà il gradimento di Google e degli altri motori di ricerca.
  • Spiegazioni su trasporto e reso merce. La scheda prodotto può riportare altre informazioni estremamente utili e chiarificatrici, quali i principi alla base delle spese di trasporto (es: “Spedizione gratuita da €49”) o dei resi merce (“Reso merce gratuito senza motivazioni”).
  • Recensioni degli utenti che hanno acquistato, formate da un gradimento espresso in stelle (da 1 a 5 secondo il metodo standard) e da un testo scritto dall’utente. Le recensioni prodotto, oltre ad essere interessanti e utili per gli utenti, sono estremamente gradite ai motori di ricerca.
  • Condivisione sui social network. La pagina prodotto presenterà le icone dei principali social network sui quali gli utenti potranno cliccare per condividerla sui canali che loro stessi frequentano e fare così una pubblicità gratuita all’azienda.

Gestione delle varianti

Nel vs. e-commerce potrete vendere sia prodotti semplici che prodotti variabili.

I prodotti semplici si acquistano come sono, senza scegliere una loro particolare conformazione. Ad esempio una chiave inglese classica “10/11” di una determinata marca e di un determinato modello esiste in una sola versione, e la si mette nel carrello così com’è senza scegliere nient’altro.

I prodotti variabili si acquistano solo dopo aver scelto espressamente una o più loro particolarità. Ad esempio una T-Shirt di una determinata marca e di un determinato modello può essere scelta tra varie taglie e vari colori. Taglie e colori in questo caso sono le varianti disponibili, che devono esistere fisicamente nel magazzino per essere vendute nello shop online con precise quantità per ogni taglia e ogni colore.

A livello di varianti possono essere impostati anche prezzi diversi. Ad esempio una T-Shirt colorata potrebbe costare qualcosa in più della sua controparte bianca, perché il processo di colorazione potrebbe avere un costo diverso dal bianco.

Gestione magazzino o vendita senza limiti

Ogni magazzino fisico si basa su un concetto fondamentale: il conteggio delle quantità giacenti articolo per articolo. Lo stesso principio può essere applicato in ogni sito di vendita online.

Il gestore del sito ha la possibilità di decidere – a livello di ogni singolo articolo – se deve essere gestita la giacenza di magazzino oppure no.

Se decide di non gestire le giacenze, magari perché le quantità disponibili sono enormi, oppure perché il proprio fornitore è in grado di rendere disponibile qualsiasi quantità quasi in tempo reale, allora lo shop venderà a oltranza, fintanto che un articolo sarà presente nel catalogo articoli.

Se decide di gestire le giacenze, potrà farlo articolo per articolo, indicando per ogni prodotto (o variante di prodotto, nel caso ad esempio in cui un paio di scarpe sia disponibile in più colori o taglie) le quantità che possono essere vendute.

Al momento in cui le quantità per articolo o variante articolo scenderanno al di sotto di una soglia preimpostata, il responsabile del sito riceverà un avviso per mail, e una volta esaurita la scorta non sarà più possibile ordinare tale prodotto.

Vendita di articoli digitali da scaricare

In certi casi la vendita da e-commerce riguarda articolo digitali e non prodotti reali. Pensiamo ad esempio a chi vende file audio, video, foto, e-book in PDF o altri formati.

In questi casi non è necessario gestire il magazzino, perché lo stesso file può essere scaricato un numero di volte infinite da altrettanti utenti.

La particolarità di questa vendita è che l’intervento del responsabile del sito è quasi inesistente, dato che non dovrà provvedere alla spedizione fisica, in quando dopo aver pagato il cliente potrà scaricare direttamente il file acquistato.

Il vs. e-commerce potrà essere dotato della funzionalità di vendita di materiale digitale (o “downloadabile”).

Gestione del prezzo e della scontistica

A tutti gli articoli viene assegnato un prezzo base, che il gestore del sito nel corso della stagione può decidere di scontare, anche impostando una data di inizio e una di fine durante le quali il prezzo sarà ribassato.

Questa operazione è possibile come impostazione base a livello di ogni singolo articolo, ma sarà possibile estenderla a interi raggruppamenti di articoli, quali ad esempio le categorie (un sito di abbigliamento decide di ridurre del 20% le calzature e del 30% i giacconi).

Gestioni più complesse di scontistica richiedono interventi su misura extra.

Gestione utenti a livelli diversificati

Nel caso sia richiesto, l’e-commerce potrà essere dotato di un sistema extra di gestione utenti di livelli diversi. Ad esempio, potranno essere gestiti gli utenti standard, ai quali applicare i normali prezzi base di listino, e gli utenti premium, ai quali praticare sconti particolari.

Questo permetterà di creare un parco utenti diversificato ai quali proporre non solo prezzi diversi, ma anche offerte riservate, da gestire tramite il canale della newsletter (servizio extra).

Gestione di buoni sconto o “coupon”

Il gestore del sito può decidere di emettere dei buoni sconto da offrire alla propria clientela a seconda di svariati principi. Ad esempio, per il Black Friday il titolare dello shop decide di proporre…

  • Uno sconto del 10% su tutta la merce
  • Uno sconto del 10% solo su determinate categorie di prodotti
  • Uno sconto del 10% solo su certi prodotti

Attraverso il pannello di controllo si genera un buono sconto, ad esempio “BLACK-15” (30% di sconto per il Black Friday) e lo si fa circolare tra la propria clientela e attraverso nuovi potenziali clienti tramite il sito web, i social network o altri mezzi di comunicazione.

Questi sono solo alcuni esempi, ma possono essercene altri, alcuni direttamente disponibili nel modulo e-commerce installato nel sito, altri da programmare su richiesta, anche se in genere le funzionalità standard sono in molti casi più che sufficienti a soddisfare le comuni esigenze di molti siti.

Sistemi di pagamento

Una volta messo l’oggetto nel carrello il cliente si avvia alla conclusione dell’acquisto, scegliendo il metodo di pagamento che preferisce. Il sito viene consegnato con la possibilità di gestire i seguenti sistemi di pagamento:

Carta di credito (anche ricaricabile, attraverso il sistema di pagamento sicuro PayPal) – Permette la conclusione immediata della transazione e l’invio della merce senza ulteriori attese. Richiede che il gestore del sito apra un conto PayPal da appoggiare al proprio conto corrente aziendale. Non ha costi di apertura, gestione o chiusura, e prevede un addebito del 3%/4% circa sul valore di ogni singola transazione.

Bonifico bancario – Prevede la comunicazione al cliente del proprio conto corrente bancario, sul quale egli provvederà ad emettere un bonifico. La conclusione della transazione è differita, e in genere è necessario attendere due o tre giorni finché il bonifico non viene ricevuto sul conto del venditore.

Contrassegno – Prevede che il corriere incassi il valore dell’ordine al momento della consegna dell’acquisto al cliente. E’ comunque un pagamento sempre meno usato, in quanto non dà la garanzia che il cliente accetti l’ordine quando il corriere si presenta per la consegna.

Nota bene: non è prevista la possibilità di collegare lo shop al sistema di ricezione pagamenti offerto da vari istituti di credito nazionali (Monte dei Paschi, Banca Sella, Unicredit…) in quanto richiederebbe un intervento di programmazione molto complesso. Inoltre, gli oneri della sicurezza della transazione sarebbero scaricati sul proprietario dello shop, che riceverebbe direttamente nel proprio sito i dati della carta di credito del cliente, mentre con PayPal la transazione viene eseguita completamente nel sito paypal.com che è responsabile di tutti gli aspetti legati alla sicurezza.

Gestione spese di spedizione

Esistono principalmente due modi per gestire le spese di spedizione: includerle nel prezzo di vendita oppure calcolarle a parte.

L’inclusione nel prezzo di vendita è il metodo più pratico e sicuramente quello più gradito al cliente, ma non è sempre possibile adottarlo, soprattutto quando si vendono articoli di molte tipologie e valore, e si spedisce non solo in Italia ma anche all’estero.

E’ però più facilmente utilizzabile quando si vendono articoli di alto prezzo e piccole (o medie) dimensioni, e questo indipendentemente anche dalla destinazione nazionale o estera.

Il calcolo a parte è la modalità più usata, e si basa principalmente sul peso di ogni singolo oggetto, che dovrà essere inserito (comprensivo dell’imballo) nella scheda prodotto al momento del caricamento.

Sarà poi necessario confrontarsi col proprio spedizioniere di fiducia e farsi dare una tabella di prezzi ripartiti per zone e scaglioni di peso, come nell’esempio qui sotto:

Zone e pesi

Questo tipo di tariffazione è gestito in modo standard dal modulo e-commerce e non richiede ulteriori interventi tecnici.

L’argomento cambia quando si ha a che fare con articoli particolarmente voluminosi, oppure voluminosi e pesanti. In questo caso gli spedizionieri adottano due diverse politiche per il calcolo delle spese di trasporto:

  1. Attraverso il volume
  2. Attraverso una combinazione di volume e peso

Per questo motivo il gestore dello shop dovrà gestire i costi di spedizione in modo molto dinamico, utilizzando le tre tipologie di calcolo (solo peso, solo volume, volume e peso) a seconda dei vari articoli. In questo caso si rende necessario creare un sistema di calcolo personalizzato delle spese di spedizione, che può essere valutato soltanto caso per caso.

Sezione note legali

Quest’area del sito comprende tre pagine obbligatorie per legge che ogni sito che pratica il commercio elettronico deve avere: Condizioni di vendita, Informativa privacy e Informativa estesa sull’uso dei cookies (e come quarta pagina noi includiamo anche il Disclaimer). Vediamole nel dettaglio:

Condizioni di vendita – E’ una pagina piuttosto complessa che deve sintetizzare come sono regolamentate le vendite dal sito e indicare quali sono i diritti e i doveri di venditore e compratore. Il contenuto di questa pagina dovrebbe essere fornito direttamente dal cliente, ma viste le difficoltà che molti clienti hanno a elaborare una pagina del genere, propongo al cliente un testo standard, che egli potrà far analizzare da un proprio consulente (in genere è sufficiente il commercialista, ma in certi casi si può ricorrere anche all’avvocato) e rinviarcelo con le modifiche pertinenti, affinché noi lo pubblichiamo sul sito.

Informativa privacy – In questa pagina si dichiarano i dati aziendali completi della ditta titolare del sito di vendita on line e il suo responsabile per la gestione dei dati personali di chi acquista nel sito. Anche in questo caso ho un testo standard che propone alla clientela, invitandola a farlo esaminare da un proprio consulente (commercialista, avvocato o consulente privacy) e a ritornarcelo con le opportune modifiche per la pubblicazione nel sito.

Informativa cookies – Obbligatoria dal 2 giugno 2015, questa pagina viene redatta obbligatoriamente su tutti i siti che emettono cookies.

Disclaimer – Pagina non obbligatoria ma consigliata dal punto di vista legale, redatta con testo standard.

La realizzazione delle pagine Condizioni di vendita e Disclaimer compresa nel costo del sito, mentre per la gestione di Informativa Privacy e Informativa Cookies mi avvalgo di un sistema online gestito da un’azienda specializzata del settore che presenta dei costi come indicati in fondo a questo testo.

Controllo cookies

Come accennato prima, dal 2 giugno 2015 è necessario bloccare i cookies rilasciati dal sito prima che il visitatore abbia manifestato il suo consenso (cliccando su “Accetto i cookies”, cliccando su un link o su un’altra parte della pagina, oppure scorrendo la pagina. Per la gestione di questa funzione mi avvalgo di un software extra come spiegato nel punto precedente.

Sicurezza

Nessun sito è inviolabile, ma faccio in modo che i livelli di sicurezza siano i più alti possibile, compatibilmente con la tipologia di sito e il budget investito dal cliente. Per tenere alta la guardia mi attengo ai seguenti principi:

A livello di server: uso di cloud server presso fornitori di grande affidabilità, situati in Italia e gestiti da aziende italiane, che possono assicurare alti livelli di sicurezza delle infrastrutture e un servizio di assistenza particolarmente qualificato. E’ importante notare che la posta elettronica del cliente non viene gestita nei miei server, ma direttamente nei mail server degli ISP (Internet Service Provider = Fornitore Servizi Internet) presso i quali il domini sono registrati. Questo garantisce non soltanto una maggior sicurezza ma anche un più alto livello di privacy.

A livello di sito: adozione di misure atte a promuovere da un lato l’esecuzione di backup programmati di file e database, e dall’altro a difendere il sito da attacchi esterni. A tale proposito i siti richiedono password utente particolarmente complicate e gli ingressi al pannello di controllo vengono “mascherati” per rendere più difficile ai malintenzionati l’individuazione della porta di accesso.

Gestione dei contenuti del sito

Per far funzionare un sito e-commerce è necessario caricarvi i prodotti. Quest’attività è a carico del cliente, che oltre a caricare primi prodotti prima che il sito vada online, dovrà poi occuparsi di modificarli se necessario (prezzi, foto, descrizioni), cancellarli se necessario e inserirvene altri. Durante lo sviluppo del sito io mi incaricherò di inserirvi una prima quantità di prodotti (10/20) per verificare la struttura del sito, la sua grafica e il suo regolare funzionamento. In seguito sarà il cliente a gestire il proprio sito. Nel caso desideri ricevere la mia assistenza anche dopo che il sito è stato consegnato, sarà necessario capire le sue esigenze e quantificare il lavoro richiesto.

Collegamenti con e-commerce e magazzini esterni

A volte mi viene chiesto: “Vorrei collegare il mio sito (o una parte di esso) al sito ufficiale Adidas (o chi per lui) per scaricare e aggiornare in automatico i prodotti nel sito e le quantità disponibili. Posso farlo?” La risposta è “No”, perché per gestire situazioni del genere occorrono non solo interventi di programmazione importanti, ma anche siti progettati fin dall’inizio a tale scopo. Stiamo parlando di shop online che costano quanto un piccolo negozio fisico, e non è il tipo di realizzazioni che io curo.

Ottimizzazione e posizionamento

Normalmente i miei che gestiscono siti e-commerce hanno con me un costante programma di promozione sui motori di ricerca. Comunque questa non è una condizione obbligatoria, in quanto il sito può essere tenuto online e gestito da parte del cliente anche senza attività di web marketing parallela.

In questo secondo caso è comunque interessante sottolineare che i principi alla base della realizzazione del sito sono gli stessi. Che il cliente faccia o non faccia attività di posizionamento SEO o SEM, il sito da me consegnato potrà essere in qualsiasi momento fatto oggetto di un’attività di promozione sui motori di ricerca, senza necessità di smantellarlo, ma semplicemente andando a ottimizzare e affinare quelle parti che sono particolarmente sensibili all’argomento.

Regole di collaborazione e fornitura servizi

Vi sono altre regole e indicazioni importanti da conoscere che ho riunito in un’unica sezione. Non sono legate unicamente a un sito e-commerce, ma sono informazioni importanti per chiunque possieda e gestisca un sito web di qualsiasi tipo. Vai alla pagina >

Tempi di realizzazione

In genere 60 giorni dal momento in cui il cliente ha consegnato TUTTO il materiale che dovrà essere inserito nel sito, salvo accordi diversi.

Nota bene: la lavorazione inizierà quando tutto il materiale sarà stato ricevuto.

Costo dello shop

Trattandosi di un progetto realizzato su misura, il costo totale può essere determinato soltanto dopo aver chiarito nei dettagli col cliente quali funzioni dovrà gestire il sito e quale estensione dovrà avere. Inoltre dovrà essere chiarito se il cliente richiederà o meno un’azione di web marketing a supporto del sito.

Cos’altro serve oltre allo shop

Nel computo totale oltre al sito vanno considerate anche le seguenti voci:

  • Hosting: a partire da €220 l’anno.
  • Framework grafico per sito ed e-commerce: €60.
  • Eventuali moduli aggiuntivi per eseguire funzioni particolari (se necessari per le funzioni richieste): a carico del cliente.
  • Gestione privacy e cookies per il GDPR (se richiesto): un costo di installazione base (€90) pagabile una sola volta e un costo annuo per la licenza (€40 per lingua presente nel sito).
  • Protocollo di sicurezza HTTPS (se richiesto): €150 pagabile una sola volta.
  • Traduzioni (se il sito è in più lingue): a carico del cliente. Posso curare se richiesto le traduzioni in inglese e francese con costi da quantificare.
  • Materiale fotografico (scatti da realizzare o acquistabili online): a carico del cliente.

Pagamento

Un terzo all’ordine, un terzo alla consegna e un terzo a 60 giorni dalla consegna, salvo accordi diversi.



Richiedi informazioni

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

Accetto il trattamento dei dati (vedi testo privacy)