… e “rischiano” di far impallidire il sito stesso.

Alcuni sviluppatori web, come il sottoscritto, consigliano fortemente al cliente di realizzare una pagina delle Domande Frequenti (F.A.Q.: Frequentyl Asked Questions), dove vengono riunite una serie di domande e risposte che il cliente normalmente fa a chi gestisce l’attività prima di acquistare o ordinare un servizio.

Sono gestori di siti che hanno sicuramente bene in testa il proprio mestiere. Ma non si limitano a produrre e vendere: vogliono anche far capire. Un cliente finale che capisce ciò che compra è felice anche quando paga.

La pagina delle domande frequenti è importantissima, per svariati motivi:

  • E’ apprezzata da Google e dai motori di ricerca in generale perché è indice del fatto che la ditta tiene a informare i visitatori del proprio sito per spiegargli i dettagli dei propri articoli;
  • E’ apprezzata dai visitatori perché possono apprendere in una sola pagina o sezione tutto quanto non sapevano sull’argomento o su certi dettagli meno evidenti;
  • E’ indice di serietà della ditta perché cerca di far capire a tutti le caratteristiche dei propri prodotti e ne spiega le modalità d’uso.

Sicuramente la stesura di una buona “collezione” di domande frequenti costa tempo e impegno. Ma a differenza di una approssimativa pagina di FAQ scopiazzata qua e là, una genuina pagina di domande frequenti farà sicuramente breccia nel visitatore.

In più di un’occasione ho potuto constatare da Google Analytics che la pagina delle FAQ è la più visitata dopo la home page.

Chiaro, no?



Richiedi informazioni

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Il tuo messaggio

    Accetto il trattamento dei dati (vedi testo privacy)

    Questo sito è protetto da reCAPTCHA e viene applicata l'informativa privacy e i Termini di servizio di Google.