Black seoBlack SEO o Borderline SEO: evitali, anche se non sai cosa sono.

SEO sta per Search Engine Optimization (Ottimizzazione per i Motori di Ricerca). Se l’Ottimizzazione è Black (nera) o Borderline (al limite) significa che lo sviluppatore del sito ha adottato tecniche “sporche” nei confronti dei Motori, per portarti al Top delle Ricerche in poco tempo e magari con risultati sorprendenti.

Attenzione però: un sito che adotta tali tecniche è come un’auto da corsa: spinta al massimo ma giusto per correre un Gran Premio. Oggigiorno i Motori di Ricerca riescono ad individuare benissimo i siti che hanno ottenuto un buon posizionamento grazie a tecniche di ottimizzazione scorrette, soprattutto i motori più importanti. Anche se inizialmente sembra che non succeda niente di male, nel medio termine il sito può essere penalizzato nelle ricerche, fino ad essere escluso (bannato, in gergo) da qualsiasi successiva ricerca.

In caso di esclusione si può tentare la reinclusione, inviando ai gestori dei Motori una lettera di scuse, con la solenne promessa di non adottare più tali tecniche; se tutto va bene resteremo fuori dalle ricerche per alcuni mesi. Nei casi peggiori il sito sarà escluso per sempre dalle ricerche, e al titolare dello stesso non resterà che… registrare un nuovo nome a dominio.

Google è particolarmente sensibile a queste forzature. I forum per webmaster mostrano molte situazioni di siti esclusi, in attesa di reinclusione da mesi.



Richiedi informazioni

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Il tuo messaggio

    Accetto il trattamento dei dati (vedi testo privacy)

    Questo sito è protetto da reCAPTCHA e viene applicata l'informativa privacy e i Termini di servizio di Google.